Buonasera! Sono di nuovo qui, prima del tempo questa volta,  con un’altra ricetta di Julia. Il Sufflè al formaggio.. pag. 163. Ossia…questa meraviglia.

Appena sfornati
Dopo due ore erano ancora gonfi!
Rifare le ricetta di Julia è per me sempre un’incognita. Primo perchè non so mai fino alla fine se ho tradotto ed interpretato bene le sue parole. Si, proprio interpretato, perchè a volte, anche da google traduttore, escono fuori frasi sconnesse e quindi uno deve interpretare. Secondo, non so mai se a me verrà bene, o quantomeno presentabile. Beh, devo dire che questo è stupendo e molto buono.
Prima però di scrivere la ricetta voglio darvi alcuni consigli, anzi, sono i consigli di Julia.
La gloria e la fama dei sufflè francesi deriva in gran parte da come sono stati montati gli albumi e quanto bene essi sono stati incorporati nella base del sufflè.
Entrambi le operazioni sono semplici una volta che si conoscono le motivazioni.
Una massa soffice di albumi, sono in realtà centinaia di bolle d’aria che si espandono nel forno e danno come un soffio al sufflè il quale si gonfierà.
Montate gli albumi in modo che raggiungano 7/8 volte il loro volume.Essi devono risultare lisci e lucenti.
L’albume d’uovo non viene montato correttamente se in esso vi rimangono delle particelle di tuorlo o se il robot che usate o la ciotola in caso usaste le fruste, siano oleosi o grassi. Uno qualsiasi di questi elementi interferiscono nella formazione delle bolle d’aria.
Prima di iniziare, quindi, Julia consiglia di pulire bene gli “arnesi” di lavoro con un detersivo sgrassante e di asciugarli bene.
Le uova devono essere fresce e a temperatura ambiente. Quindi il consiglio è di toglierle dal frigorifero 30 minuti prima di iniziare ad usarle. 
Questa è la ricetta
Ingredienti per 6 persone
Per gli stampi
1 cucchiaio di burro per ungere gli stampi
2 cucchiai di formaggio svizzero o parmigiano per spolverizzare gli stampini
Per la besciamella o salsa
40 gr di burro
50 gr di farina
350 ml di latte caldo
1/2 cucchiaino di sale
1 pizzico di pepe bianco 
la punta di un cucchiaino di paprika
1 pizzico di noce moscata grattugiata
6 tuorli d’uovo
Prepariamo una besciamella soda in questo modo: sciogliamo il burro in una casseruola a fuoco medio, aggiungiamo la farina sempre mescolando fino ad ottenere una pasta liscia che faremo cuocere per due minuti senza fare imbrunire.
Togliamo la casseruola dal fuoco, lasciamo raffreddare un attimo quindi aggiungiamo il latte in una sola volta e mescoliamo rapidamente. Riportiamo la casseruola sul fuoco e, mescolando continuamente e rapidamente, portiamo a bollore. Una volta che la salsa si sarà addensata, aggiungiamo la paprika, il sale, il pepe e la noce moscata.
Aggiungiamo alla salsa i tuorli, uno alla volta e amalgamiamo tutto.
Bianchi d’uovo e formaggio
7 albumi a temperatura ambiente
150 gr di formaggio svizzero o parmigiano
Montiamo gli albumi a neve. Ne prendiamo un quarto e versiamo nella besciamella per ammorbidirla.
A questo punto dobbiamo prendere la salsa ammorbidita e aggiungerla ai bianchi d’uovo montati, insieme al formaggio. Faremo dei movimenti costanti dall’alto verso il basso, evitando di smontare gli albumi.
Quando sarà tutto ben amalgamato, versiamo il composto negli stampini imburrati e cosparsi di formaggio. 

Mettere il tutto nel forno preriscaldato a 180°C, e farli cuocere per 40 minuti. Finchè i sufflè non saranno dorati. Vi consiglio di avere il vetro del forno ben pulito così da non dovere aprire fino alla fine. 

Fuori è croccante e dentro sembra la pasta di una brioche!

P.S. Dovrò comprare la macchina fotografica nuova perchè questa qui ormai fa veramente pena. Scusate per queste foto ma meglio di così non vengono proprio!

E così vi auguro                    
                                           Bon  Appètit
Vi ricordo il contest mio e del Maestro Cioccolataio Mirco Della Vecchia dal titolo

19 Comments on Soufflè al formaggio (ricetta base) di Julia Child

  1. Francesca
    3 giugno 2011 at 18:37 (6 anni ago)

    Confermo, anche se non li ho assaggiati: ti sono venuti benissimo, la tua traduzione era giusta!!! ;-))

    Rispondi
  2. franci
    3 giugno 2011 at 19:02 (6 anni ago)

    La perfezione si vede dalla foto, per la bontà posso solo immaginare con l'acquolina in bocca!
    Buonissimi.

    Rispondi
  3. Francesca
    3 giugno 2011 at 19:08 (6 anni ago)

    Vedo le nuove foto che hai postato: sono asciuttissimi dentro!!! hai proprio ragione sembrano delle brioche… 🙂

    Rispondi
  4. Federica
    3 giugno 2011 at 19:37 (6 anni ago)

    Non ho mai fatto un soufflè. Il tuo è perfetto, proprio una nuvola soffice. Baci buon we

    Rispondi
  5. Francesca
    3 giugno 2011 at 19:42 (6 anni ago)

    Bellissimo il risultato… però è vero anche Google traduce "stano" qualche volta!
    Ti ho appena risposto per e-mail e ora vado a vedere il contest che mi è sfuggito ; )

    Rispondi
  6. Makenia
    3 giugno 2011 at 21:26 (6 anni ago)

    Lo devo provare perchè a me il soufflè si ammoscia subito,appena lo tiro fuori dal forno…quale sara' il segreto del tuo?fare e verificare…ehehe…buon fine settimana carissima!!

    Rispondi
  7. Cinzia
    3 giugno 2011 at 21:32 (6 anni ago)

    Meris, ciao, e grazie di essere passata da me. Ho visto il contest, e penserò presto ad una ricetta al cioccolato! Non c'è che l'imbarazzo della scelta!
    Grazie e a presto, prelevo il banner!
    Cinzia

    Rispondi
  8. Nanny
    3 giugno 2011 at 21:36 (6 anni ago)

    Si vede dalle foto che sono buonissimi,vorrei assaggiarne uno! 😛 complimenti

    Rispondi
  9. Cannella
    3 giugno 2011 at 21:36 (6 anni ago)

    Mmmmh che buoni!
    Non mi ci sono mai cimentata, ma voglio provarci!

    Rispondi
  10. Lenia
    3 giugno 2011 at 22:03 (6 anni ago)

    Che meraviglia!Bravissima,carina!Un bacio:)

    Rispondi
  11. Marco_e_Barbara
    4 giugno 2011 at 8:16 (6 anni ago)

    Ciao meris, buon weekend pure a te, ho provveduto a sistemare il contest, grazie a presto, ciao
    Marco

    Rispondi
  12. Donatella
    4 giugno 2011 at 11:24 (6 anni ago)

    ti è venuto benissimo, gonfio e soffice… bravissima

    Rispondi
  13. T'AmA_Ra's kitchen:
    4 giugno 2011 at 13:02 (6 anni ago)

    io li trovo perfetti, altro che interpretazione.
    peccato non poterli assaggiare!!!

    un saluto
    🙂

    Rispondi
  14. maria luisa
    4 giugno 2011 at 13:44 (6 anni ago)

    Mamma mia che bontà!! Sono dei souffle fantastici!! bravissima tesoro!! Un abbraccio!!! sto bene tesoro, tranquilla, devo solo riorganizzare un po gli orari!! Un bacione!!!
    M.Luisa.

    Rispondi
  15. /Alessandro
    4 giugno 2011 at 16:53 (6 anni ago)

    Quanto rosico! non sai le volte che ho provato a farli e mi vengono delle cose sgonfie umidicce da fare pena… adesso pero' appena torno dalle vacanze ci riprovo seguendo la tua ricetta ottimamente corrdata dalle foto.
    Ciao!

    Rispondi
  16. Francesca
    4 giugno 2011 at 17:01 (6 anni ago)

    Carissima dai uno sguardo al post "Un premio molto speciale"… un bacio!

    Rispondi
  17. marzia
    4 giugno 2011 at 17:10 (6 anni ago)

    Spettacolo…il soufflè è l'apice da raggiungere…Ci provo sempre e non mi vengono mai come vorrei….Questa ricetta tradotta da Julia Child deve essere superba…(L'ho scoperta da poco, la Child, come altri credo, e ne sono affascinata..)Copia la ricetta e poi la provo….E brava anche a te, che sei così cara da tradurre queste delizie per noi…baci..

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *